Last Minut

Offerta maggio

speciale offerta per tutto il mese di maggio


News Letter

Musei

PDFStampaE-mail

Menu Interno - Latest

I musei e le pinacoteche del fermano sono custodi appassionate di memorie raccolte fin dai tempi antichi nello spirito di una tradizione che non è mai venuta meno.

Il Palazzo dei Priori di Fermo, accessibile dalla splendida Piazza del Popolo, è sede della Pinacoteca civica, della famosa Sala del Mappamondo, della mostra archeologica permanente "Fermo: dai Villanoviani ai Piceni", e delle varie sale di rappresentanza del Comune di Fermo: la Sala dei Ritratti, la Sala del Consiglio, la Sala degli Stemmi, la Sala Gialla, il Gabinetto del Sindaco, la Sala dei Costumi. A pochi passi dalla piazza si trova il Teatro dell'Aquila, il maggior teatro storico delle Marche, blasonato a livello nazionale. Meritano una visita anche le Cisterne Romane, il livello sotterraneo della Piazza del Popolo, usate fino a pochi decenni fa. Accanto al Duomo ha sede il Museo Arcidiocesano di Fermo, patrocinato dalla Curia Arcivescovile, che ospita preziosi paramenti sacri, argenteria religiosa risalente al periodo gotico, e collezioni precedentemente apparteneneti al Tesoro della cattedrale. Fuori dal centro città troviamo il polo museale di Villa Vitali, che ospita diverse esposizioni: il Museo della Pipa, il Museo di Scienze Naturali in cui è possibile ammirare il meteorite caduto a Fermo nel 1996 e che porta il nome della città, la Collezione Fotografica di Alfredo Matacotta Cordella, e il Museo Polare Zavatti.
L'Istituto Industriale "Montani" di Fermo, eccellenza nazionale e vivace promotore di iniziative culturali, ha di recente inaugurato all'interno delle proprie strutture il "MITI - Museo dell'Innovazione e della Tecnica Industriale", un museo didattico e di divulgazione scientifica.

Di seguito, un breve panorama della rete museale della provincia, dalla costa all'entroterra.

Il Comune di Porto Sant'Elpidio ha allestito la mostra archeologica permanente "Origini. Vita e morte nell'età del ferro. La necropoli picena di Porto Sant'Elpidio".

Numerose le attrazioni di Sant'Elpidio a Mare: la Pinacoteca civica Vittore Crivelli e il Museo della Canzatura "Cav. Vincenzo Andolfi" nell'ex convento dei Padri Filippini; la Torre Gerosolimitana e il Museo della Collegiata in Piazza Matteotti; il Museo dei Fossili nelle grotte di Palazzo Montalto-Nannerini.

A Porto San Giorgio è possibile visitare il Museo del Mare.

Altidona è sede della Fototeca provinciale di Fermo, una raccolta fotografica che vuole diffondere e valorizzare il patrimonio  ricchissimo di questo territorio, nonchè testimoniare la società e la cultura italiana.

I musei di Monterubbiano fanno parte della rete Musei Piceni: qui troviamo il Polo Culturale San Francesco, sede della Collezione Numismatica, della Biblioteca Comunale, del Centro di Educazione Ambientale "Giano", dell'Orto Officinale e del Museo Civico Archeologico. Subito di fronte al Polo Culturale si trova il Teatro Vincenzo Pagani. Nel palazzo comunale è possibile visitare la Quadreria Comunale.

A Petritoli si trova l'Antica Stamperia Fabiani, in cui ammirare quattro rarissime macchine da stampa del XIX secolo, cliché d'epoca e moltissimi tipi di caratteri.

Il Museo della Ceramica e della Civiltà Contadina di Montottone unisce i due lati della tradizione del paese, quello della lavorazione e decorazione della ceramica, tratto che la città mantiene vivo anche nei giorni nostri, e il mondo contadino e mezzadrile.

Un'altra famosa area archeologica marchigiana è quella della Cuma di Monte Rinaldo, un complesso monumentale costituito da tempio e porticato, le cui terrecotte sono conservate nel Museo Civico Archeologico "La Cuma" di Monte Rinaldo.

Montelparo offre la possibilità di visitare il Museo d'Arte Sacra e l raccolta "Antichi Mestieri Ambulanti", una raccolta di biciclette che sono state in passato il cuore del mestiere degli ambulanti.

Falerone è famosa per il suo parco archeologico, sito in località Piane di Falerone, in cui è possibile ammirare i resti imponenti del teatro, dell'antiteatro e dell'acquedotto, tutti risalenti all'epoca romana. Per ampliare la visita, è possibile visitare la collezione civica del Museo Archeologico Pompilio Bonvicini.

A Monte Vidon Corrado possiamo apprezzare il Centro Studi Osvaldo Licini, dedicato all'artista, con una raccolta di opere e bibliografia. Di Licini è visitabile anche la casa, ristrutturata e diventata un museo.

A Massa Fermana, oltre alla Pinacoteca Comunale, è possibile visitare anche il Museo del Cappello e il Museo degli antichi mestieri di strada, una collezione di mezzi d'epoca che comprende circa 40 tra biciclette e moto d'epoca.

Montappone vanta da anni la propria esperienza e autorevolezza  sul piano internazionale nel campo della manifattura dei cappelli di paglia: ad essi è dedicato il Museo del Cappelli e la Mostra del Cappellaio Pazzo.


Nella zona più interna troviamo invece i comuni della fascia montana.

Tra le strutture museali di Montefalcone Appennino ricordiamo il Polo Museale Palazzo Felici, che ospita il Museo Comunale dei Fossili e dei Minerali, il Museo dell'Alamanno ed un Centro di Educazione Ambientale.

Smerillo è una città che vive e valorizza l'ambiente in cui sorge: abbiamo qui il Museo dei Fossili e dei Minerali, in cui è possibile ammirare i fossili locali; il MACS, il Museo di Arte Contemporanea Smerillo; il Museo Pinacoteca dell'Arte dei Bambini.

Il Comune di Amandola ospita il Museo Antropogeografico, altrimenti noto come Museo del Paesaggio, che introduce i visitatori al Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Annesso al Museo troviamo la Casa del Parco, in cui è possibile acquisire tutte le informazioni necessarie ad una corretta fruizione del parco e della zona montana.

Il Comune di Montefortino è sede del Polo Museale di Palazzo Leopardi (edificato da Desiderio Leopardi, appartenente alla famiglia del poeta), che raccoglie tre istituzioni museali: la Pinacoteca Civica "Fortunato Duranti", il Museo Comunale-Diocesano di Arte Sacra, il Museo Faunistico dei Sibillini e. Il museo fa parte della Rete Nazionale dei Sibillini.

Joomla! Template design and develop by JoomVision.com - http://www.joomvision.com

I cookie ci aiutano a migliorare i nostri servizi. Utilizzando il sito e continuando la navigazione consideriamo che accetti il loro utilizzo da parte nostra. Ulteriori informazioni sui cookie o come eliminarli, guarda la nostra pagina Cookie.

Accetto i cookie da questo sito web.